Curiosando tra i padiglioni di HOMI

Curiosando tra i padiglioni di HOMI

Oggi ti porto a spasso per gli stand di HOMI, il Salone degli stili di vita, edizione gennaio 2019.

Mi perdonerai la qualità delle foto, però fotografare in fiera è sempre un dramma. In compenso gli spunti e le idee che possono nascere passeggiando in una fiera sono sempre tantissimi e quindi il sapore del mio articolo di oggi sarà proprio quello del reportage, se pur molto molto parziale, perché descrive tutto quello che si vede in fiera è impossibile.

Gruppo Sambonet – il (mio) premio per il miglior allestimento

Inizio questo breve excursus con Sambonet, anche perché è stato il primo stand che ho visitato. In realtà è lo stand di un gruppo internazionale, Arcturus Group, che riunisce tra i marchi più prestigiosi del settore, molti dei quali esposti in fiera: Sambonet, Rosenthal, Paderno, Arthur Krupp, Arzberg, Ercuis e Raynaud.

Per me è una tappa obbligata sia per la bellezza dei prodotti esposti che per gli allestimenti, sempre i più originali, eleganti e curati. Creano tante ambientazioni diverse, anche per differenziare i vari marchi, e hanno uno styling molto attento alle tendenze e studiato nei dettagli. Insomma, visitare questo stand è il modo migliore non solo per aggiornarsi sulle novità di prodotto, ma anche sui trend in fatto di stili di interior decor.

Quest’anno l’allestimento di punta era dedicato a Marie Antoiette, film ed epoca poi richiamati dai prodotti esposti. Un allestimento ricco e ghiotto in cui le torte piene di panna sono state poste sulle nuove alzate color oro o bronzo con base in resina con texture marmo. Leggere ed eleganti ammiccano alla prosperità dei salotti dell’800 francese, con il tocco di modernità dato dalle nuove tecnologie e dalla pulizia delle forme.

Girando per lo stand ci si ritrova invece in case dagli stili diversi, moderni e accattivanti.

Fiorirà un Giardino – lo stile natural chic

Quello che mi ispira maggiormente da Fiorirà un Giardino sono gli accessori e i complementi per la tavola e l’arredo. Il loro stile naturale e raffinato mi fa immaginare in un cascinale in campagna, con lunghe tavolate sotto un pergolato, la luce delle candele e il calore dell’amicizia.

I toni prevalenti sono neutri: il corda, il sabbia, il bianco panna, il nero o l’antracite. Tantissimi i complenti in vetro e tra i materiali spiccano il cotone garzato, il lino, la iuta e tanto legno lasciato al naturale.

Da notare i lunghi taglieri che da soli possono costituire un centro tavola, che fanno il paio con gli altrettanto allungati porta pane. Belli da vedere e di un materiale nuovo i piatti e taglieri in bambù con finitura che richiama il legno. 

Easy Life – decori per tutti i gusti

Dallo gusto opposto a quello del brand precedente, Easy Life punta al decoro e presenta una gamma veramente ampia di flatware coordinati in tantissime linee diverse: ogni linea uno stile diverso che risponde ai gusti più contemporanei, da quello più romantico, all’etnico passando per il natural. Le foto non rappresentano neanche tutta la loro offerta, giusto per farvi capire quanto ampia essa sia.

Io me li immagino in tante tavole a tema diverse e pur avendo le mie preferenze devo dire che sono tutti molto gradevoli.

Virginia Casa – l’orto sulla tavola (e in casa)

Azienda toscana produttrice da oltre 40 anni di accessori in ceramica artistica per la tavola e l’home decor, lo stand di Virginia Casa è pieno di colore e natura, che viene non solo ripresa nei disegni delle diverse linee di piatti ma viene diventa essa stessa oggetti di decoro sotto forma di verdura e frutta che diventano oggetto d’arredo da mettere in tavola o da lasciare esposto per dare carattere all’arredo.

Frutta, piante e verdure che si ritrovano quale ornamento dei magnifici vasi con volti femminili. Una più bella dell’altra, queste donne sono un inno alla femminilità e ai regali che la campagna italiana può darci.

Pascolini Dafne Design – artigianalmente originale

Gli accessori per la tavola e la cucina di Pascolini Dafne Design, pratici, lavabili, leggeri e pieghevoli. Cosa mi è piaciuto? Che siano interamente fatti a mano in Italia, che siano pensati con intelligenza e per dare un tocco originale alla tavola ispirandosi alla natura e ai suoi colori, con un occhio anche alla sostenibilità. Usano infatti materiali naturali come la fibra di cellulosa, il lino e il cotone. Ti segnalo gli oggetti che ho trovato più originali.